blog | I Viaggi di Ros | lifestyle | mylife | vacanze | viaggi

Vacanze (finite) – parte 1

11 Settembre 2017

Era un po’ che non scrivevo, ma i mesi di luglio ed agosto sono stati, per fortuna aggiungerei, molto prolifici lavorativamente parlando. Molti clienti in viaggio, già rientrati, e qualcuno che scalpita per partire nei mesi a seguire.

Sono stati due mesi, dicevo, impegnativi, dal punto di vista lavorativo, ma anche mentalmente, perché ho buttato giù un po’ di idee per il nuovo anno – mi fa sorridere, tuttavia, pensare che ormai il 90% della popolazione mondiale fa iniziare il “nuovo anno” a settembre! Il blog è uno di quei progetti che mi preme portare avanti in maniera regolare e, promesso, cercherò di raccontarmi e raccontarvi le mie idee di viaggio, i miei viaggi e molto altro.

In tutto questo marasma di gente che andava e veniva, mi sono concessa anche io un po’ di relax. Per me, ormai da 40 anni, estate è sinonimo di Sicilia, di Messina per l’esattezza. E’ la mia città, la amo per quello che dà e anche, purtroppo tanto, per quello che non riesce a dare. Ma tornare lì per me è come rimettermi in pace con il mio IO più intimo.
Il “mio” mare, quello che mi ha visto crescere, ha un potere su di me inspiegabile. E’ la felicità! Posso girovagare per il mondo ed essere contenta di farlo, ma passare qualche giorno vicino al mio mare…mi rende intimamente felice.

Il mio mare

Quest’anno i giorni a disposizione sono stati pochi, ma mi hanno permesso di rilassarmi, di godere della compagnia della mia famiglia, riunita per l’occasione, e di regalare al mio cane il mio tempo libero.
Cos’ha di speciale la mia terra? Potrei scrivere un trattato, ma vi lascio solo qualche breve consiglio “semi-serio” per goderne a pieno se doveste trovarvi in zona:

1. noleggiate un’auto e non fermatevi troppo in una città, la Sicilia va vissuta in movimento (lento). Non pensate di girarla in una settimana da Palermo a Siracusa e affini; concentratevi su una zona…non abbiate paura di non vedere tutto. C’è talmente tanto, che una vita non basta (parola di sicula!)

2. assaporate e respirate profondamente la cultura della lentezza. Noi siciliani siamo lenti…ci prendiamo i nostri tempi e in estate tendiamo a dilatarli ulteriormente. Tenetene conto per i pasti. Da noi le cucine dei ristoranti le trovate aperte fino a tardi.

3. rimanendo in tema cibo: assaggiate e siate curiosi! Vero che posso sembrare di parte, ma la cucina tradizionale siciliana è molto ricca…per non parlare della pasticceria. Pesatevi, se volete, prima di partire, ma, mi raccomando, non fatelo al rientro, pena infarto!!! 🙂

4. godetevi i paesaggi; dal verde della campagna all’azzurro del mare. Perdetevi ammirando i paesaggi, sono certa che sentirete anche voi quella piacevole sensazione di sentirsi in un posto familiare, come succede a me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *